Le 7 Migliori Lampade di Emergenza del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Lampada di Emergenza – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti 

 

Avere una o più lampade d’emergenza in casa è fondamentale per evitare che durante un blackout si resti completamente al buio. Quando viene a mancare la corrente, questi sistemi di illuminazione funzionano sfruttando una batteria tampone interna, emettendo una luce che permette di vedere in casa per svariate ore. Se volete acquistare anche voi questo pratico dispositivo, potete dare un’occhiata ai prodotti della nostra tabella comparativa, dove spicca in particolare la Beghelli BEG1499, dal design minimalista e dotata di componenti interni ed esterni di qualità nonostante il costo contenuto. Segue la Velamp IR 312, un modello ricaricabile e portatile che si rivela utile in svariate situazioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 Migliori Lampade di Emergenza – Classifica 2022

 

 

Lampada di emergenza Beghelli

 

1. Beghelli BEG1499 Plafoniera Emergenza LED 11 W

 

Spicca tra i modelli più venduti la lampada di emergenza Beghelli, ritenuta da molti utenti la migliore lampada di emergenza sul mercato. Ad attirare i consumatori non è solo il prezzo, estremamente concorrenziale, ma anche il design che la rende un’ottima lampada, installabile in qualsiasi angolo della casa. 

I LED di cui dispone sono a luce indiretta, visibili solamente ad apparecchio acceso. L’ingombro è minimo e può essere installata su una scatola di derivazione 503, 506 o con i principali standard europei e americani. Inoltre, con la scatola a incasso in dotazione, l’apparecchio può essere installato anche su pareti molto sottili o addirittura in cartongesso. 

Da notare come la componentistica interna sia piuttosto elementare ma garantisce un senso di solidità e persino il materiale plastico di cui la lampada è costituita è di buona qualità. La batteria interna, unico difetto apparente, è al litio, fattore che la rende un po’ troppo pesante.

 

Pro

Design: L’aspetto esteriore della lampada potrebbe non essere un fattore importante per la maggior parte dei consumatori, tuttavia chi desidera un oggetto dal design curato non resterà deluso dal prodotto Beghelli.

Costo: Oltre a essere bella a vedersi, la lampada ha anche un prezzo che potremmo definire contenuto e vantaggioso. Ideale per chi vuole un prodotto economico.

Materiali: Sono di qualità e per quanto possano essere semplici restituiscono un senso di solidità che garantisce una lunga durata.

 

Contro

Batteria: Si tratta dell’unico elemento su cui gli utenti hanno avuto da ridire. La durata scema col tempo in modo esponenziale e aumenta il peso della lampada notevolmente essendo al litio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada di emergenza portatile

 

2. Velamp IR312 Lampada di Emergenza Portatile Ricaricabile 21 LED

 

A chi, invece, si sta chiedendo dove acquistare una buona lampada di emergenza portatile da portare con sé ovunque ce ne sia bisogno, sia in casa che fuori, consigliamo di dare un’occhiata alle caratteristiche offerte dalla Velamp IR312, caratterizzata da un design leggero e compatto che la rende particolarmente comoda e agevole da trasportare.

In comparazione ad altri modelli venduti online nella stessa fascia di prezzo, si fa apprezzare soprattutto per i bassi consumi energetici, dovuti sia alla classe di efficienza in tripla A sia alla dotazione di 21 led SMD di ultima generazione, che generano un flusso luminoso di 250 lumen assorbendo il 90% di energia in meno rispetto alle lampade tradizionali.

Questo si traduce anche in una maggiore durata della batteria che, con una ricarica completa, concede un’autonomia di circa cinque ore in modo da non doversi preoccupare di restare al buio nel momento del bisogno.

Inoltre, quando è collegata alla rete elettrica, si accende automaticamente in caso di cali o interruzioni di corrente per garantire una buona visibilità nell’eventualità di blackout o in condizioni di buio totale.

 

Pro

Portatile: Grazie alle dimensioni contenute e al peso di soli 520 grammi, la lampada di emergenza Velamp IR312 unisce praticità e funzionalità all’esigenza di portare luce ovunque ce ne sia bisogno.

Efficiente: Si può posizionare in qualsiasi stanza della casa per garantire un’illuminazione adeguata a fronte di consumi energetici ridotti dovuti alla classe di efficienza A+++.

Autonomia: La batteria al litio di cui è provvista offre un’autonomia complessiva di cinque ore, un lasso di tempo più che sufficiente per illuminare gli ambienti che richiedono una buona visibilità nelle ore serali o in caso di blackout notturni.

 

Contro

Qualità: I materiali plastici scelti per la sua realizzazione non si sono rivelati il massimo in termini di robustezza e solidità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada di emergenza BTicino

 

3. BTicino S3625DL Torcia d’Emergenza Automatica

 

La lampada di emergenza Bticino è il prodotto più economico della nostra lista, ideale per chi volesse munirsi di una lampada di emergenza senza spendere cifre da capogiro. Il modello S3625DL è da semi incasso a scomparsa, basterà inserirla nella presa e non sporgerà in modo vistoso, garantendo anche una sicurezza nel caso in cui abbiate animali o bambini. 

Il funzionamento è automatico in caso di black out, situazione in cui il prodotto si accenderà automaticamente alla massima intensità, illuminando la stanza e permettendo di vedere ciò che vi circonda. In situazioni normali, invece, la lampada può essere attivata premendola, passando da luce calda a fredda in base alle vostre esigenze, sfruttandola anche come luce di cortesia.

La lampada è compatibile con le prese standard tedesche di tipo P30 e quelle italiane 10°, non sarà dunque necessario utilizzare degli adattatori per poterla sfruttare in casa. Alcuni utenti hanno lamentato, come unico difetto, l’intensità massima raggiungibile, non tra le più elevate quando si parla di questa tipologia di dispositivi.

 

Pro

Prezzi bassi: Il costo di questa lampada Bticino è sufficientemente contenuto, permettendo di risparmiare sull’acquisto rispetto ad altri prodotti anche meno blasonati dal punto di vista del brand.

Luce di cortesia: Premendo sulla lente potrete attivare la lampada in qualsiasi momento, scegliendo inoltre tra luce fredda e luce calda in base alle vostre esigenze.

Presa: Compatibile sia con quelle Schuko, di tipo tedesco, sia quelle standard italiane di tipo A10. Non sarete quindi costretti ad acquistare degli adattatori per utilizzarla.

 

Contro

Luminosità: La lampada non emette una luce molto potente in caso di black out, sebbene renda comunque visibile l’ambiente circostante non è riuscita a soddisfare tutti i consumatori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada d’emergenza da parete

 

4. TEMPO DI SALDI Lampada di Emergenza con 50 LED

 

Se siete alla ricerca di una lampada d’emergenza da parete funzionale ed efficiente, che assicuri una buona illuminazione localizzata all’interno degli ambienti domestici, ma senza costringere a spendere un occhio della testa, potreste puntare sul modello proposto dal brand Tempo Di Saldi.

Ad attirare i consumatori non è stato solo il prezzo, estremamente concorrenziale, ma anche il design compatto e ben curato nei dettagli che la rende un’ottima soluzione salvaspazio, installabile in qualsiasi angolo della casa sfruttando al meglio lo spazio disponibile.

I 50 led di cui è provvista, oltre a garantire 60.000 ore di utilizzo senza mai perdere di intensità, assicurano un basso consumo energetico emettendo un’intensa luce bianca che illumina a giorno ambienti di medie dimensioni (fino a 15 mq), senza però abbagliare la vista quando si cammina per casa di notte.

L’ingombro della struttura non è eccessivo (siamo sui 27 x 9,8 x 5,5 cm) e può essere installata in una scatola di derivazione a incasso rettangolare 503 o 506, integrandosi alla perfezione in qualsiasi tipo di contesto abitativo senza dare troppo nell’occhio.

 

Pro

Robusta ed efficiente: Il prezzo economico e l’eccellente resa costruttiva sono le principali frecce all’arco di questo modello, che assorbe una potenza di soli 4 watt per sviluppare ben 420 Lumen, con una durata di circa tre ore.

Compatta: Rappresenta la soluzione ideale per chi cerca una lampada di emergenza discreta e compatta che si integri negli ambienti domestici senza fare a pugni con l’arredamento circostante.

Intensità: La luce bianca emessa dai suoi 50 led non abbaglia la vista ma è comunque sufficiente per illuminare una stanza di medie dimensioni, fino a 15 mq.

 

Contro

Montaggio: Dal momento che il prodotto viene fornito senza istruzioni, gli utenti meno esperti dovranno richiedere l’intervento di un elettricista o di una persona competente per installare il complemento in modo sicuro e corretto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada di emergenza Vimar Plana

 

5. Vimar 14382 Plana Lampada con LED 1M

 

A seguire abbiamo una lampada di emergenza Vimar Plana, una tra le offerte più costose dalla nostra lista, non esattamente adatta quindi a chi sta cercando un dispositivo economico. La lampada ha al suo interno LED di colore bianco da 230 V, che si attiva nel momento in cui avviene un black out, alimentato da una batteria tampone che ha un’autonomia di un’ora circa. 

Quando la lampada è inserita nella presa di corrente, in carica, è attivo un piccolissimo LED di colore verde che ne segnala il funzionamento. Gli utenti che hanno avuto modo di provare questo nuovo modello Vimar sostengono che rispetto a quelli più datati ha una intensità luminosa leggermente minore, dovuto al fatto che Plana è costituita da un solo modulo. 

Nonostante questo aspetto che potrebbe deludere chi sta cercando una fonte luminosa particolarmente forte, il prodotto si rivela ben costruito e adatto a illuminare qualsiasi tipologia di stanza.

 

Pro

Batteria: Quella tampone, interna, si attiva nel momento in cui manca la corrente elettrica, garantendo la massima luminosità possibile per una durata di un’ora circa.

Risparmio: Sebbene il costo della lampada sia maggiore rispetto ad altri modelli, in realtà consente un risparmio energetico grazie alla classe di efficienza A. 

Materiali: Effettuando una comparazione con altri modelli è possibile notare subito una qualità costruttiva particolarmente soddisfacente, secondo quanto riportano molti acquirenti.

 

Contro

Intensità: Gli acquirenti hanno lamentato una luminosità inferiore rispetto ai vecchi modelli Vimar, dovuti a una costruzione a due moduli che non è presente nel modello Plana.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada d’emergenza da incasso

 

6. Linergy Lampada d’emergenza LED SELFIE Da Parete A Incasso 11W IP42 – SI11N20EBI

 

La lampada d’emergenza da incasso a marchio Linergy ha un costo intermedio dal momento che, rispetto a quelle tradizionali da inserire nella presa di corrente, generalmente più piccole e meno potenti, si tratta di un dispositivo a parete pensato per essere montato a filo muro, in modo da diventare quasi invisibile e rispondere alla perfezione a ogni tipo di esigenza estetica.

Nonostante possa sembrare un modello più complicato da installare, in realtà gli acquirenti riferiscono che, grazie al manuale di istruzioni a corredo, è possibile eseguire l’operazione velocemente e senza incontrare particolari difficoltà.

Nel momento in cui viene a mancare la corrente, la lampada si attiva emettendo una luce intensa e adeguata ad ambienti di dimensioni medie, garantendo un’autonomia di due ore a fronte, però, di un tempo particolarmente lungo di ricarica, che si attesta sulle 12 ore circa.

Nonostante la struttura esterna appaia piuttosto basilare, trasmette comunque una buona sensazione di resistenza e robustezza, caratteristica ulteriormente accentuata dall’impiego di materiali plastici di elevata qualità.

 

Pro

Estetica: La Linergy Led Selfie si contraddistingue per il design sottile e discreto che le permette di passare inosservata anche in ambienti arredati con una certa cura verso l’estetica, mentre la tecnologia a led garantisce una lunga vita, arrivando a ben 50.000 ore di lavoro.

Installazione: Grazie alle istruzioni riportate sul manuale d’uso allegato, il montaggio a parete risulta facile e veloce anche per gli utenti meno esperti.

Luminosità: La luce emessa dalla lampada nel momento in cui si verifica un blackout è abbastanza potente da illuminare una stanza di medie dimensioni.

 

Contro

Autonomia: La batteria non dura molto e richiede tempi di ricarica piuttosto lunghi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lampada lampada d’emergenza 503

 

7. Wisdom XC-6510 Lampada Luce Emergenza Led 2,5W Incasso In 503

 

L’ultimo modello che vi proponiamo è la lampada d’emergenza 503 Wisdom XC-6510, incassabile nelle apposite cassette di derivazione rettangolari a tre moduli per integrarsi alla perfezione in qualsiasi tipo di ambiente, senza dare troppo nell’occhio.

È equipaggiata di una batteria al litio ricaricabile che offre un’autonomia di oltre due ore, mentre la struttura esterna presenta una placca di colore bianco opaco che nasconde tutte le componenti elettriche legate al suo funzionamento per garantire una perfetta continuità con la parete.

La lampada si accende in autonomia appena viene rilevata una mancanza di tensione, spegnendosi e attivando la ricarica della batteria automaticamente quando ritorna la corrente.

Con un assorbimento energetico di soli 2,5 watt, riduce al minimo i consumi di energia emettendo una rilassante luce bianca fredda che illumina la stanza con discrezione, senza risultare troppo accecante nemmeno in caso di buio totale, mentre il grado di impermeabilità IP20 permette di installarla senza problemi anche in ambienti particolarmente umidi della casa, come il bagno o la cucina.

 

Pro

Discreta: Grazie alle dimensioni contenute e al sistema a incasso 503 non sporge in modo vistoso dalla parete, rivelandosi ideale in ambienti dal design essenziale e moderno.

Batteria: Si attiva nel momento in cui viene a mancare la corrente elettrica, garantendo la massima luminosità possibile per una durata di due ore circa.

Resistente: Grazie al grado di protezione IP20 non teme l’azione dannosa dell’umidità che in genere si forma in bagno o nella cucina.

 

Contro

Luce verde: Dal momento che il led di colore verde che ne segnala il funzionamento rimane costantemente acceso fino a quando la lampada è collegata alla presa di corrente, se siete abituati a dormire al buio non potrete installarla in camera da letto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Batteria per lampada di emergenza Beghelli

 

Energy Team Batteria Ermetica al Piombo 6V 4,5 Ah

 

In caso abbiate una lampada di emergenza la cui batteria tampone è ormai esausta e volete sostituirla con una più nuova e funzionale, potreste prendere in considerazione la batteria per lampada di emergenza Beghelli proposta da Energy Team.

Il prodotto è realizzato con tecnologia AGM, acronimo che sta per absorbed glass matt, in cui le piastrelle al piombo sono intervallate con separatori in fibra di vetro. Questa caratteristica, insieme alla costruzione ermetica, la rende una scelta economica e affidabile.

La batteria si rivela utile non solo per le lampade di emergenza ma per qualsiasi dispositivo possa farne uso tra cui macchine giocattolo e sistemi di videosorveglianza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una lampada di emergenza

 

In casa può capitare che ci siano dei cali di corrente o dei veri e proprio black out, durante i quali diventa impossibile utilizzare qualsiasi apparecchio collegato all’impianto elettrico tra cui anche le luci che permettono di illuminare la casa. Quando accade di giorno potrebbe non essere un problema eccessivamente grave, tuttavia il discorso cambia se il black out si verifica durante orari in cui la luce solare è minima o assente. 

Per far fronte a queste evenienze, però, esistono dei prodotti adatti, ovvero le lampade di emergenza. Queste si attivano nel momento in cui non arriva più la corrente elettrica al dispositivo, mettendo in funzione la batteria tampone ricaricabile che accende i LED per fornire un punto luce e poter vedere anche al buio.

Se vi state chiedendo come scegliere una buona lampada di emergenza, vi invitiamo a leggere con attenzione i nostri consigli, che vi chiariranno tutti i dubbi sui modelli in vendita sul mercato.

 

Tipologie

Le lampade di emergenza classiche sono quelle che hanno un costo intermedio, sono costituite da un corpo principale con la batteria all’interno e vanno fissate alle pareti di casa. Tali apparecchi non possono essere trasportati e dovrete quindi provvedere a installarne tanti quanti ne ritenete opportuno. Per esempio potreste installarne almeno un paio nei corridoi e una nella stanza principale dell’appartamento, come il salotto o la cucina.

Se invece preferite modelli portatili, potrete puntare sulle lampade di emergenza più economiche, che si inseriscono nella presa di corrente per far ricaricare la batteria interna e nel momento del bisogno potrete rimuoverle dal rispettivo alloggiamento e portarle con voi in giro per casa.

Tra i prodotti portatili si inseriscono anche le lampade di emergenza outdoor, quelle utilizzate cioè in campeggio, sull’automobile e così via. Tali modelli hanno in genere delle batterie più performanti, proprio perché devono poter funzionare potenzialmente per molte ore. Qualora vogliate optare per tali lampade assicuratevi che la loro qualità costruttiva sia elevata, per resistere a urti, cadute e anche agenti atmosferici a cui potrebbero essere facilmente esposte.

Se siete ancora indecisi su quale lampada di emergenza comprare, potrete valutare anche la reperibilità delle batterie e la possibilità di sostituzione. La maggior parte dei dispositivi è munito di batterie al piombo, più raramente al litio e per alcuni dispositivi a basso costo si parla di batterie stilo. Le batterie al piombo sono quelle più facilmente sostituibili e potete trovarne una gran quantità sul mercato anche a prezzi molto bassi. Il discorso è diverso invece per le batterie al litio, più rare come elementi sostitutivi e dal costo leggermente maggiore.

Tenendo presente i nostri consigli, vi invitiamo a leggere le nostre recensioni delle migliori lampade di emergenza del 2022, scelte in base al grado di soddisfazione degli utenti che hanno avuto modo di provarle e comprenderne così, insieme a noi, i pregi e i difetti per effettuare una scelta consapevole.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è una lampada di emergenza?

Le lampade d’emergenza, come suggerisce il nome, sono punti luce utili in casi straordinari, come per esempio quando avviene un black out, sbalzi di corrente, o anche mentre si è in campeggio. Poter usufruire di una luce anche quando non c’è la fonte primaria di alimentazione è fondamentale per evitare incidenti, anche banali, che potrebbero avvenire a causa della mancanza di illuminazione. Solitamente ne esistono modelli compatti, portatili o quelli classici che vanno installati a muro nella propria abitazione.

 

Quanto costa una lampada di emergenza?

Il prezzo può variare in base al modello scelto. Solitamente esistono delle lampade d’emergenza professionali, magari dalla lunga durata o con batterie moderne e tecnologiche che durano di più, dal costo di svariate centinaia di euro. Per chi volesse spendere qualcosa in meno, però, non c’è da temere poiché sul mercato è possibile trovare lampade più economiche, anche di produttori blasonati. Non dovrete dunque accontentarvi di un prodotto mediocre e potrete trovarne di soddisfacenti anche in fasce di prezzo inferiori, che non superano le poche decine di euro.

 

Perché la lampada di emergenza non funziona?

Uno degli avvenimenti che manda più in crisi gli utenti è il mancato funzionamento della lampada d’emergenza, proprio quando se ne ha maggior bisogno a volte questi dispositivi sembrano non funzionare. Se vi state chiedendo da cosa dipenda, in realtà i fattori potrebbero essere svariati anche se raramente imputabili ai LED o alla componentistica interna. Spesso, infatti, a fare cilecca, è la batteria. 

Le lampade ne possono utilizzare di diverse, sia batterie stilo, per i prodotti più economici, fino a quelle al litio o al piombo. Nel caso in cui la vostra lampada non dovesse funzionare, prima di smontarla e analizzarne tutti i componenti o sostituirla senza pensarci due volte, vi invitiamo a provare con una sostituzione della batteria, nella maggior parte dei casi si rivela proprio questo l’elemento che gettato la spugna.

 

Come cambiare le batterie alla lampada di emergenza?

Nel caso in cui si debba provvedere alla sostituzione delle batterie della lampada, dovrete procurarvi alcuni attrezzi essenziali, tra cui un cacciavite e, naturalmente, la batteria stessa.
Se si tratta di una lampada di emergenza a parete, dovrete smontarla dal suo alloggiamento e solo successivamente individuare il vano batteria. Quando sostituite una batteria al piombo, con molta attenzione dovete scollegare i morsetti e, utilizzando il cacciavite come leva separate il fondo della lampada dal corpo principale, così facendo esporrete la batteria e potrete segnare i valori di tensione e corrente. 

Dopo questa fase preliminare potrete smontare la batteria dal suo alloggiamento, togliendo i cavi di alimentazione dal polo positivo e negativo. Prendete ora la batteria nuova e inseritela, avendo cura di collegare il cavo nero al polo corrispondente e lo stesso per quello rosso. Attenzione a non invertire per nessun motivo la polarità o dovrete cestinare tutto, batteria e lampada. Quando avrete rimontato il tutto, collegate la lampada alla corrente e attendete il tempo necessario affinché si ricarichi.

 

 

 

Come usare una Lampada di Emergenza

 

La lampada di emergenza è un dispositivo utile quando ci si ritrova in situazioni di buio totale. Un esempio palese è il black out, quando il rifornimento di corrente elettrica viene interrotto per motivi che non dipendono da voi, e bisogna attendere che questo sia ripristinato. 

 

 

Non è l’unica situazione in cui una lampada di emergenza si rivela utile, pensate per esempio alle serate in campeggio in luoghi immersi nella natura dove le luci artificiali sono solo un lontano ricordo. In tali situazioni poter usufruire di un punto luce ricaricabile, magari tramite slot USB, è una soluzione ottima.

Se avete dubbi sull’utilizzo di questi dispositivi, in realtà non dovreste preoccuparvi eccessivamente poiché l’unico elemento da tenere in considerazione è l’installazione dei modelli a muro, operazione comunque generalmente molto semplice.

La lampada di emergenza casalinga può essere fissata alle pareti e collegata all’impianto elettrico casalingo, per eseguire l’installazione non dovete far altro che seguire le istruzioni incluse nella confezione e bloccare quindi il corpo centrale del dispositivo con delle viti. Trattandosi di luci molto leggere, spesso possono essere bloccate anche in pareti di cartongesso, ampliando a dismisura le possibilità di utilizzo.

Molto più semplice è invece l’utilizzo dei prodotti portatili, basta infatti inserire il cavo della corrente nella presa e lasciare che la lampada di emergenza si ricarichi. Il procedimento può durare da un minimo di tre o quattro ore fino a oltre dieci, in base naturalmente alla batteria interna e alla capacità, che potete trovare nelle schede tecniche espressa in ampere.

Quando la corrente viene a mancare, la lampada si attiva automaticamente, emanando una luce bianca grazie ai LED presenti all’interno, che illumineranno l’ambiente e nel caso si tratti di un prodotto che potete portare con voi, anche le varie stanze dell’appartamento.

 

 

Se avete dubbi su come collegare una lampada di emergenza alla presa di corrente, vi invitiamo a leggere sempre attentamente il manuale di istruzioni, per evitare qualsiasi collegamento errato. In particolare, quando si deve affiancare alla lampada una batteria al piombo, per esempio, bisogna sempre tener presenti il polo negativo e quello positivo.

Dopo aver usufruito della lampada di emergenza portatile, vi ricordiamo di posizionarla nuovamente nell’alloggiamento di ricarica, per averla sempre pronta, in qualsiasi momento, nel caso si dovesse presentare un’altra emergenza.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS