Come smontare la maniglia di una finestra in alluminio bloccata

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Tutto quello che c’è da sapere sulle problematiche relative alle maniglie di porte e finestre in alluminio, dalle possibili cause dei malfunzionamenti fino alle procedure di sostituzione.

 

Gli infissi domestici rivestono una particolare importanza in quanto contribuiscono alla tenuta termica dell’abitazione, e quindi alla riduzione del consumo energetico; può capitare inoltre che in alcune abitazioni gli infissi siano collegati al sistema antifurto, e che la porta d’ingresso sia dotata di una serratura smart. Di conseguenza la loro cura e manutenzione non deve essere trascurata in nessun caso e non deve essere limitata esclusivamente ai telai, ma deve includere anche le maniglie e gli altri elementi correlati, come i fermi per finestre, il blocca porta interno, le parti della serratura e via dicendo.

Nel nostro articolo parleremo soprattutto delle maniglie per finestre, dedicando particolare attenzione a quelle degli infissi in alluminio, e forniremo alcuni semplici consigli su come effettuare i controlli e la manutenzione, nonché su come comportarsi in caso di sostituzione.

 

L’usura delle maniglie

Le maniglie sono dispositivi meccanici che fissano aperture e chiusure delle finestre, e in quanto tali sono esposte all’utilizzo continuo sette giorni su sette; col passare del tempo, quindi, è naturale che i meccanismi interni subiscano un certo grado di usura e corrano il rischio di bloccarsi oppure rompersi del tutto.

A volte l’usura di una maniglia è facilmente percettibile perché quest’ultima comincia ad allentarsi e fare gioco, oppure a richiedere un maggiore sforzo per essere ruotata; altre volte, invece, la rottura è subitanea e avviene senza alcun preavviso. Quest’ultima eventualità avviene molto di rado però, perché di solito la maniglia comincia sempre a dare chiari segni di usura.

Se il movimento della maniglia, in fase di apertura o chiusura, dovesse risultare meno fluido o richiedere un maggiore sforzo, come accennato prima è segno che bisogna verificare lo stato dei meccanismi interni. In alcuni casi basta aprire la finestra per accedere alle aste dei fermi e agli ingranaggi; in altri, invece, bisogna smontare completamente la maniglia.

 

In cosa consiste la manutenzione delle maniglie

La manutenzione consiste principalmente nel mantenere ben lubrificate tutte le parti soggette a movimento, quindi le cerniere e il meccanismo maniglia finestra.

La polvere di grafite è un ottimo lubrificante e ha il pregio di costare poco; il problema, però, è che sugli infissi di colore chiaro tende a lasciare macchie visibili, anche se queste possono essere facilmente tolte.

Il lubrificante specifico per infissi è più costoso, invece, ma rappresenta la soluzione migliore e più sicura, sia per la facilità di applicazione sia perché è ottimo anche per mantenere pulite e in buono stato le guarnizioni, evitando che queste diventino dure a causa delle intemperie, delle temperature estreme e della luce solare.

Lubrificare le cerniere è semplice: basta soltanto spruzzare il liquido nelle relative fessure e poi far ruotare i cardini aprendo e chiudendo l’anta della finestra, in modo da farlo penetrare a fondo. Per lubrificare l’ingranaggio interno della maniglia, invece, occorre prima smontarla.

Se i meccanismi della maniglia dovessero incepparsi e bloccarsi, un’accurata lubrificazione potrebbe risolvere il problema evitando così la sostituzione; prima di tentare di forzare a tutti i costi il movimento di una maniglia bloccata, quindi, è meglio provare prima a smontarla e lubrificare gli ingranaggi.

Come smontare maniglia finestra alluminio

Se il meccanismo è bloccato in maniera irrimediabile o è sul punto di rompersi definitivamente, allora bisogna sostituire la maniglia.

La sostituzione non è difficile e volendo può essere eseguita anche da soli; prima di acquistare la nuova maniglia, però, bisogna smontare quella vecchia in modo da poterla portare al ferramenta e assicurarsi di comprarne una uguale.

Per lo smontaggio bastano un paio di cacciavite, uno con punta a taglio e uno con punta a croce, ma la procedura da seguire potrebbe cambiare a seconda del tipo di maniglia; alcune hanno le viti a vista mentre altre sono coperte da una mascherina fissata a incastro. Le viti, inoltre, possono trovarsi sul lato esterno oppure sul lato interno della finestra.

Anche i meccanismi di apertura possono essere diversi a seconda degli infissi; la più diffusa è la serratura cremonese, cioè quella costituita dalle due aste verticali che fungono da fermi e fuoriescono dal lato superiore e inferiore dell’anta.

Nel caso in cui la maniglia dovesse presentare una piccola vite sull’impugnatura, invece, significa che quest’ultima può essere estratta e separata dal resto del meccanismi, quindi bisogna rimuovere anche la suddetta vite, o in alternativa un piccolo perno. Le maniglie moderne però, sono solitamente prive di questa caratteristica e l’impugnatura non deve essere rimossa dal resto del meccanismo.

Per smontarla basta rimuovere le viti di fissaggio col cacciavite, estrarla lentamente dalla sua sede e poggiarla sul tavolo con l’impugnatura rivolta verso il basso, in modo da non far cadere eventuali rondelle o lamierini; se necessario, inoltre, bisogna fissare le aste dei fermi in modo da non farle scorrere fuori dalle loro sedi.

A questo punto ci si può recare dal ferramenta con la vecchia maniglia e acquistare quella nuova; quest’ultima però non deve essere proprio identica alla vecchia, volendo è possibile comprarne anche una che abbia un’estetica differente, l’unica cosa importante è che il meccanismo interno sia lo stesso.

Come montare la nuova maniglia sul telaio

Oltre alla maniglia è consigliabile acquistare un piccolo tubetto di grasso, anche il più grezzo ed economico andrà bene. Prima di montare la nuova maniglia, infatti, è preferibile distribuire con la punta del cacciavite un piccola quantità di grasso sugli ingranaggi del meccanismo, in modo da attuare una lubrificazione preventiva.

Una volta fatto si potrà inserire la nuova maniglia nella sede facendo molta attenzione a infilare i perni nelle asole delle aste dei fermi, o viceversa a seconda del tipo di meccanismo; durante questa fase è consigliabile procedere con calma e senza fretta, per evitare qualsiasi tipo di problema meccanico.

Una volta inserita del tutto la maniglia, poi, bisogna tenerla ferma con una mano e testare i movimenti di apertura e chiusura a finestra aperta, al fine di verificare il corretto funzionamento prima di fissarla in maniera stabile con le viti.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS