6 nascondigli geniali in casa a prova di ladri e curiosi

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Vediamo insieme come fare per proteggere gioielli, contanti e altri oggetti di valore in casa propria, avvalendosi di nascondigli ingegnosi e difficili da trovare.

 

Molti di voi si saranno sicuramente chiesti dove nascondere i soldi in casa, e non soltanto i contanti, ma anche gioielli, oro e altri oggetti di valore, in modo da proteggerli contro eventuali furti. Anche se in una casa non mancano di certo i nascondigli geniali, infatti, in realtà proteggere i propri beni non è così semplice come potrebbe sembrare.

I ladri professionisti conoscono la maggior parte dei nascondigli segreti, o presunti tali; la classica cavità sotto la mattonella per esempio, oppure il borsello sotto il materasso, sono dei metodi arcaici e di conseguenza sono i primi posti che i malintenzionati vanno a controllare.

La soluzione migliore è quella di trovare dei nascondigli assurdi, o quantomeno impensabili secondo la normale logica predatoria; di seguito vi offriremo alcuni suggerimenti su come trovare dei buoni nascondigli in casa, oppure su come adattare quelli classici in modo da renderli più difficili da individuare.

 

1. Il proverbiale “sasso” e i potenziali nascondigli esterni

Quante volte vi sarà capitato di vedere, in un film americano, l’abitudine di nascondere una chiave d’ingresso di riserva in un finto sasso di plastica cava da collocare all’esterno dell’abitazione, sul viale d’accesso oppure davanti alla porta in mezzo ad altri ciottoli. Proprio perché si tratta di una soluzione ampiamente pubblicità anche nei film e nelle serie TV, questo metodo è sconsigliato, ma ciò non toglie che un buon nascondiglio potrebbe essere rappresentato proprio da una buca dove sotterrare una cassetta o un barattolo contenente soldi e altri preziosi.

Questo consiglio è valido soprattutto per i possessori di giardini, e in particolar modo a coloro che ne hanno attrezzato una parte a piccolo orto e che di conseguenza vi trascorrono più tempo del solito e il loro armeggiare con zappe e badili non suscita il pensiero di attività “sospette”.

La buca contenente la cassetta può essere facilmente marcata dopo la sepoltura, e in un modo tale da essere riconoscibile soltanto al proprietario; nascondere soldi sotto terra, però, è sconsigliato se questi devono essere movimentati spesso, perché in questo caso il rischio che i nascondigli vengano scoperti facilmente è più elevato.

Questa soluzione è invece ideale per salvaguardare i propri averi nel tempo perché, se ben protetti con involucri di plastica sigillati, anche i titoli cartacei possono essere conservati per lunghi periodi senza correre il rischio di rovinarsi.

 

2. Come schermare l’oro dal metal detector

I ladri si adeguano ai tempi e fanno uso di accessori tecnologici, come i metal detector per esempio, quindi è importante trovare un modo per impedire che oro e argento vengano facilmente individuati da questi dispositivi.

Fortunatamente i ladri meno esperti non usano apparecchiature costose; i metal detector economici sono più facili da ingannare e basta mettere l’oro e gli altri preziosi in un contenitore di alluminio, oppure posizionarli a una distanza superiore ai 50 centimetri circa rispetto alla superficie di contatto con il detector. Lo stesso vale per l’oro eventualmente sotterrato in giardino, meglio chiuderlo all’interno di una cassetta in alluminio da interrare a una profondità superiore ai 50 centimetri. L’uso di una cassaforte anti metal detector è un’alternativa di sicuro più efficace, ma anche più costosa.

 

3. I nascondigli negli oggetti

Le cassetta di sicurezza che simulano oggetti di uso più o meno comune possono essere efficaci, ma solo a determinate condizioni. Il finto libro con la cassetta di sicurezza al suo interno, per esempio, è un oggetto noto anche ai ladri più sprovveduti, quindi la sua efficacia è proporzionale solo alla rapidità con cui può essere individuato. In parole povere è molto più facile che il finto libro sfugga all’attenzione se viene collocato in mezzo a centinaia o addirittura migliaia di altri volumi; se invece viene messo su uno scaffale insieme ad altri venti o trenta libri, invece, le probabilità che venga scoperto e rubato direttamente per essere poi aperto con calma dopo il furto, aumentano notevolmente.

Non bisogna invece sottovalutare i possibili nascondigli offerti dai piccoli elettrodomestici, come per esempio l’aspirapolvere, i quali potrebbero facilmente sfuggire all’attenzione di un ladro meno esperto.

 

4. I nascondigli nella casa

Ricavare piccoli nascondigli in punti precisi della casa, soprattutto nelle porte, nei battiscopa e nei mobili, è un metodo di occultamento da non sottovalutare.

Per quanto riguarda le porte, per esempio, basta praticare un foro sul lato superiore e scavare un vano dove poi inserire un contenitore con i soldi; lo stesso discorso vale per le mensole a parete, queste possono essere forate sul lato posteriore in modo da ricavare abbastanza spazio da inserire un rotolo di contanti o piccoli oggetti.

Ogni posto può essere potenzialmente buono per ricavare un nascondiglio, ma è bene ricordare di evitare quelli più scontati dal punto di vista del ladro.

 

5. Le casseforti

A meno che non si tratti di una cassaforte a muro di grandi dimensioni con spesse lamiere di acciaio e con una serratura avveniristica, le casseforti e le cassette di sicurezza sono i nascondigli più facili da violare.

La loro efficacia risiede soprattutto nel fatto di essere ben nascoste, ma in questo caso bisogna ingegnarsi più del normale perché gli spazi dietro i quadri, i cassetti delle scrivanie e l’interno degli armadi sono i primi posti a essere controllati.

Le casseforti installate a pavimento sono più difficili da individuare, specialmente se la mascheratura è ben realizzata; lo stesso vale per le piccole casseforti nascoste dietro finte prese di corrente o nelle prese d’aria degli impianti di ventilazione.

6. La logica inversa

Per concludere invitiamo a riflettere sulla possibilità di usare la logica inversa, cioè utilizzare dei nascondigli in piena vista in luoghi della casa dove nessuno andrebbe mai a alla ricerca di denaro o preziosi, proprio perché ritenuti i luoghi meno sicuri.

Ci riferiamo in particolar modo alle rimesse, ai garage, alle cantine e a locali come sgabuzzini oppure ambienti attrezzati per il fai da te domestico. Questi posti, spesso dall’aspetto caotico, sporco e trascurato, potrebbero rivelarsi luoghi eccellenti dove nascondere oggetti di valore.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS