Come capire se una telecamera è accesa e se qualcuno vi spia

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Smartphone, telecamere di sorveglianza, webcam PC e altri dispositivi, vediamo come fare per capire se sono in funzione a nostra insaputa.

 

Nell’era della videosorveglianza globale, o quasi, siamo spesso circondati da telecamere, anche senza rendercene conto. Non si tratta soltanto delle videocamere installate dentro e fuori le banche, gli uffici, i negozi e le altre attività commerciali, ma ci sono anche quelle installate nelle abitazioni e nelle proprietà private; non dimentichiamo poi che la maggior parte degli autoveicoli possiedono una dash cam e una retrocamera, per non parlare delle telecamere integrate direttamente nei tablet, negli smartphone e in altri dispositivi accessori.

La maggior parte di noi non ci fa più caso ormai, anzi ci siamo abituati alla presenza di questi occhi indiscreti soprattutto nella misura in cui sentiamo di non aver nulla da nascondere. L’essere sottoposti a riprese video, in fondo, è un piccolo prezzo da pagare in cambio della sicurezza, e con questa affermazione si trovano d’accordo soprattutto i titolari di esercizi pubblici e di attività commerciali, così come le persone che hanno già subito furti in casa, tentativi di aggressione o addirittura rapine.

Il rovescio della medaglia, però, è che ormai la tecnologia di videosorveglianza è alla portata di tutti, il che significa che chiunque può acquistare delle microtelecamere da occultare sulla propria persona, oppure in casa, ed effettuare così delle riprese di nascosto per fini non leciti.

In commercio si possono trovare una vasta gamma di hidden cam, ovvero di telecamere nascoste, alcune sono fatte per assomigliare a delle comuni penne, oppure a un fermacravatte, mentre altre sono integrate all’interno di oggetti comuni, come per esempio le sveglie da comodino o gli orologi da parete. Come se non bastasse, poi, non bisogna trascurare la possibilità che qualche hacker possa assumere il controllo delle telecamere del PC o dello smartphone.

Se avete il sospetto o il timore che il vostro partner vi riprenda mentre fate sesso con telecamera nascosta, oppure avete paura di incappare in qualcuno che indossa una spy camera a vostra insaputa o che il vostro vicino approfitti delle sue telecamere motorizzate per lanciare occhiate indiscrete nella vostra proprietà, vediamo insieme come capire se una telecamera è accesa e ci sta effettivamente spiando.

Le telecamere a circuito chiuso e le IP camera

Anche se la telecamera non si vede a prima vista, i sistemi di videosorveglianza installati nei luoghi pubblici o privati devono essere obbligatoriamente segnalati per legge con l’apposito cartello “Area Videosorvegliata”, il quale deve essere chiaramente leggibile prima che le persone si trovino fisicamente nel raggio di ripresa della telecamera.

In questo caso l’accettazione di essere ripresi è implicita e viene data nell’esatto momento in cui si varca il limite del cartello segnalatore; in questo tipo di impianti le telecamere sono sempre accese di solito, in alcuni i casi è possibile rendersene conto grazie alla presenza di un LED luminoso ma anche in assenza di luci bisogna dare per scontato che il sistema sia acceso e che le telecamere stiano riprendendo.

Un altro segnale indicatore, soprattutto nelle telecamere dome piccole o grandi che siano, è il movimento; se passando davanti a una telecamera dome questa si sposta seguendo il vostro percorso, allora vuol dire che è accesa e che è programmata per reagire al sensore di movimento integrato.

 

Telecamere domestiche e microcamere

Il discorso cambia per le telecamere in casa, invece, che spesso sono installate in modo da essere meno visibili da parte dei ladri. Ovviamente è chiaro che una telecamera nascosta, proprio in quanto tale, difficilmente sarà visibile e di conseguenza mancherà anche la possibilità di sapere se questa è accesa oppure no. Le microcamere nascoste dietro gli oggetti, all’interno degli stessi oppure piazzate in punti strategici, difficilmente potranno essere trovate senza un’apposita perquisizione o ricerca.

Alcuni oggetti però, come abbiamo accennato in precedenza, possono potenzialmente integrare delle microcamere; stiamo parlando degli orologi da tavolo e da parete, delle sveglie digitali da comodino, delle penne, dei fermacravatte e di spille più o meno vistose. Se si nutrono sospetti in tal senso non serve cercare di capire se il dispositivo è acceso oppure no, ma se effettivamente l’oggetto in questione nasconde una telecamera.

Per farlo bisogna esaminare attentamente l’oggetto e cercare di notare se sulla superficie è presente un piccolo forellino, oppure una piccola area più scura rispetto al resto della superficie, il cui diametro è di circa due millimetri. Se riuscite a individuare questo particolare, sulla superficie di una sveglia, nel quadrante di un orologio, in un fermacravatte o in qualsiasi altro oggetto sospetto, allora quasi sicuramente questo cela una microcamera.

 

Computer e dispositivi mobili

La webcam del computer è dotata di un LED di colore bianco, oppure verde, che si accende segnalando che la telecamera è in funzione; esistono però alcuni malware che sono in grado di disattivare il LED subito dopo aver acceso la webcam. L’unico modo di accorgersene, quindi, è quello di tenere sotto controllo il LED per cercare di individuare eventuali accensioni della durata di pochi secondi, se queste avvengono allora è quasi sicuro che la webcam è stata hackerata e viene usata per spiare di nascosto.

Con gli smartphone e i tablet è ancor più difficile capire se le telecamere integrate stanno funzionando a nostra insaputa, perché queste non sono dotate di alcun LED indicatore; l’unica soluzione, in questo caso, è eseguire un controllo periodico delle applicazioni che hanno accesso alla telecamera, in modo da scoprire eventuali software sospetti e procedere rapidamente a disinstallarli.

 

Come rilevare le microcamere spia

Se avete il sospetto che nella vostra auto, in ufficio o in casa vostra siano state installate microcamere spia a vostra insaputa, ma pur eseguendo un’accurata perquisizione non siete riuscite a individuarle, la soluzione migliore è quella di esaminare l’ambiente sospetto con un rilevatore anti-spia che può essere acquistato online a un prezzo che varia dai 20 ai 60 euro circa.

Questo dispositivo non è altro che uno scanner radar che, a seconda del modello scelto, è in grado di rilevare la presenza di segnali laser, Bluetooth, RF, GSM, WiFi e onde elettromagnetiche in generale, che di solito vengono emesse da microfoni nascosti, telecamere spia e dispositivi GSM.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

2 COMENTARIOS

Zina

October 18, 2021 at 6:42 pm

Vorrei sapere da dove se compra rivelatore antispia.

Répondre
ProjectManager

October 20, 2021 at 12:23 pm

Ciao, il rilevatore puoi tranquillamente acquistarlo online anche su Amazon, ecco alcuni modelli che potrebbero interessarti:

. Menborn K18

. Dioche T-8000

. Daueraft M-8000

Saluti

Team F

Répondre