Qual è la migliore SIM per antifurto senza scadenza? Ecco come scegliere

Ultimo aggiornamento: 06.12.22

 

Gli antifurti, per avvisare di una eventuale intrusione, dispongono di un combinatore telefonico con SIM annessa per effettuare chiamate e inviare SMS ai numeri salvati in rubrica. Scopriamo insieme quali sono le offerte migliori e come scegliere la scheda più adatta alle vostre esigenze.

 

Perché un antifurto 365 giorni ha bisogno di una scheda SIM? Molti utenti che non hanno mai installato un sistema di controllo casalingo si staranno ponendo questa domanda. La risposta è in realtà semplice, i dispositivi moderni sono dotati di un combinatore telefonico che, nel momento in cui viene rilevata un’intrusione, effettua una chiamata di emergenza o invia un messaggio ai numeri aggiunti alla rubrica interna.

Per poter eseguire questa operazione, però, è necessario che nel combinatore sia inserita una scheda SIM, proprio come quelle che utilizzate per il vostro smartphone, o quasi. Se consideriamo infatti che i piani tariffari per l’utilizzo classico che vede invio di SMS, chiamate, dati internet e così via, sono tutt’altro che economici, il consumatore potrebbe essere poco propenso a stipulare un nuovo contratto per ottenere una SIM da un determinato gestore.

Gli operatori, ben consci di questo problema, si sono adeguati e hanno creato offerte SIM appositamente pensate per la sorveglianza, sostituendo gradualmente le vecchie SIM a consumo senza canone.

 

SIM a consumo

Come sottolinea il nome stesso, sono schede ricaricabili dove si paga solo quello che si consuma, molto popolari negli anni scorsi, sono state lentamente abbandonate per offrire un nuovo tipo di proposta, ovvero le SIM per antifurto. In cosa si differenzia da una SIM solo dati ricaricabile?

Innanzitutto può disporre, in alcuni casi, di minuti per chiamate, cosa che molte SIM solo dati non hanno, inoltre ci si assicura un funzionamento ideale anche per i sistemi di domotica, non solo quindi l’antifurto.

 

Offerte SIM dati

Dopo aver chiarito a cosa servono le SIM per antifurto, possiamo dare un’occhiata a tutte le offerte più interessanti attualmente sul mercato, con attenzione ai servizi che offrono SIM senza scadenza. Iniziamo quindi dagli operatori più classici, come TIM e Vodafone.

 

Vodafone Easy control

Si tratta di una SIM senza scadenza, valida non solo in Italia ma anche negli altri paesi dell’Unione Europea e che fornisce 50 minuti di chiamate, 100 SMS, 200 Mega in 4G e in aggiunta 1 SMS gratuito ogni 2 settimane. Il costo di tale offerta è molto contenuto, sono infatti solo 2 euro al mese con 5 euro di attivazione iniziali.

TIM Home Connect

Una scheda SIM pensata per la gestione dell’antifurto e della caldaia Smart, con una spiccata attenzione alla domotica. Attivando questo piano tariffario si avranno 200 Mega, 100 SMS e 50 minuti di chiamate al costo di 3 euro al mese con 5 di attivazione, oppure, è possibile sottoscrivere un abbonamento più conveniente, da 36 euro per 24 mesi (tornando alla tariffa di 3 euro al mese solo a partire dal secondo anno di abbonamento).

Per l’uso bisogna scaricare l’app MyTim, dove potrete verificare i consumi e il credito residuo della SIM in questione. Da notare che il superamento della soglia dati prima della fine del mese, porterà a una riduzione della velocità a 32 kbps fino al rinnovo.

 

Wind Smart Security

Wind offre invece un abbonamento dal costo di 24,90 euro l’anno, garantendo 500 Mega, 50 minuti di chiamate e 250 SMS. La SIM fornita può essere collegata all’allarme ma è in grado di gestire tutti i dispositivi casalinghi, come per esempio la caldaia o anche il cancello e la serratura elettrica. Si rivela un’offerta molto competitiva e garantisce anche l’inoltro gratuito di SMS di servizio verso altri operatori e una navigazione a 128 kbps qualora terminiate il traffico prima dello scadere del mese. Sottolineiamo, però, che si tratta di una SIM a scadenza, anche se il periodo è più che generoso: 24 mesi dopo l’ultima ricarica.

Things Mobile

Una scheda SIM per antifurto senza scadenza, adatta agli impianti di allarme e domotica. Il servizio propone due alternative, la prima al costo di 15 euro con 10 euro di credito incluso, pensata per i sistemi di allarme e antifurto. È possibile richiedere un IP fisso, abilitata per VPN, invio e ricezione di SMS dal portale Internet of Things e non necessita nemmeno di visita in negozio specializzato ma potete acquistarla online e vi arriverà direttamente a casa.

La seconda offerta, invece, è adatta anche per la domotica e ha un costo leggermente maggiore, di 17 euro con 10 euro di credito incluso. Non ha chiamate vocali ma solo traffico SMS e dati.

 

La tariffazione è di 0,12 centesimi per ogni SMS.

Per scegliere la SIM più adatta alle vostre esigenze tra quelle presentate è necessario prendere in considerazione alcuni fattori fondamentali. Innanzitutto la necessità di gestione della domotica, se infatti non avete sistemi smart che includano il controllo remoto della caldaia, del cancello o altre apparecchiature che potrebbero essere gestite con SIM, allora optare per quelle in abbonamento che offrono tali opzioni sarebbe del tutto inutile, comportando anche una spesa superiore, per quanto irrisoria la cifra possa apparentemente essere.

Se avete bisogno della semplice gestione del sistema di allarme, allora la soluzione migliore potrebbe essere proprio una scheda SIM a consumo come quella di Things Mobile, che dovrete però ricordarvi di caricare di tanto in tanto. Chi non vuole avere la minima preoccupazione e a cui non importa spendere un po’ di più ogni mese, potrebbe prendere in considerazione invece Vodafone Easy Control, che si rinnova automaticamente di mese in mese ed è una delle soluzioni più economiche tra le offerte dei gestori sul suolo italiano.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

13 COMENTARIOS

Francesco

July 24, 2022 at 4:39 pm

Ma con questa sim things mobile posso ricevere sms di allarme e poter telefonare alla centralina dove ho inserito questa sim per poter attivare l’allarme e poterlo spegnere ?

Répondre
Erminio

August 12, 2022 at 12:05 pm

Buongiorno,peccato che nessuno dice che la ricarica minima è di € 30,00!!!

Répondre
ProjectManager

July 25, 2022 at 1:26 pm

Salve Francesco,

si tratta di una normale Sim, dunque ha le stesse funzioni di quella di qualsiasi altro gestone.

Saluti
Team F

Répondre
Luca

May 18, 2022 at 7:50 am

La sim Things Mobile al costo di 15 euro con 10 euro di credito incluso, pensata per i sistemi di allarme e antifurto con tariffazione è di 0,12 centesimi per ogni SMS ha un buon segnale di ricezione in Gravina in Puglia provincia di Bari ??? Potrebbe funzionare bene solo per l’antifurto di casa ???

Répondre
ProjectManager

May 24, 2022 at 2:04 pm

Salve Luca,

per noi è oggettivamente difficile poter risopndere alla tua domanda, perché non abbiamo modo di testare direttamente la copertura di Things Mobile nella tua regione. Sappiamo però che questo operatore fa proprio della copertura della sua rete – che si affida a quelle di tutti i principali gestori telefonici italiani – il suo vanto, dunque ipotizziamo che per il tipo di utilizzo che ne vuoi fare non dovresti avere problemi.

Saluti
Team F

Répondre
Andrea

April 29, 2022 at 9:41 pm

Ho un allarme con comunicazione 3g 4g … Devo essere sicuro che ci sia segnale dove la installo,!?

Répondre
ProjectManager

May 3, 2022 at 1:37 pm

Salve Andrea,

se l’allarme comunica esclusivamente tramite una scheda Sim e non affidandosi alla linea telefonica domestica, è bene controllare che effettivamente l’abitazione sia in una zona coperta dal segnale. Tieni però presente che l’allarme non ha bisogno dei dati (e dunque del 3G o del 4G), bensì solamente di comporre il numero di telefono scelto per avvisare qualora si attivi, il che rende più semplice essere sicuri che l’abitazione sia raggiunta dal segnale telefonico…

Saluti
Team F

Répondre
Massimo

March 9, 2022 at 11:10 am

Salve,
ma la TM e’ solo dati. E’ bene sottoliarlo perche’ ci sono impianti antifurto che fanno chiamate vocali quando ci sono problemi e la TM non funziona in questi casi.
M

Répondre
ProjectManager

March 11, 2022 at 5:48 pm

Salve Massimo,

hai perfettamente ragione ma il nostro articolo è solamente orientativo e quindi generico. Se consideriamo che i gestori di telefonia aggiornano continuamente le loro tariffe in modo da essere competitivi, è naturale che i diretti interessati a stipulare un contratto devono comunque informarsi prima con il gestore a cui sono interessati.

Saluti

Team F

Répondre
Giorgio

March 5, 2022 at 5:37 pm

Io sto cercando un contratto con almeno 150 sms mi interessa solo quello

Répondre
ProjectManager

March 11, 2022 at 5:43 pm

Salve Giorgio,

purtroppo non possiamo aiutarti direttamente. Dovresti contattare i vari gestori di telefonia mobile, Iliad, Fastweb, Wind3 e via dicendo, e chiedere a ognuno informazioni e costi circa i contratti disponibili per i dispositivi antifurto.

Saluti

Team F

Répondre
Giuseppe

January 27, 2022 at 2:39 pm

Io ho un allarme che funziona con scheda GSM quale operatore può fornirla. Grazie

Répondre
ProjectManager

February 1, 2022 at 6:24 pm

Salve Giuseppe,

tutti i gestori di telefonia mobile offrono il servizio di schede SIM a consumo per router, telecamere e impianti di allarme. Ti basta contattare il tuo gestore preferito oppure dare un’occhiata in rete sui diversi siti (TIM, Fastweb, Vodafone e altri) in modo da trovare l’offerta più conveniente a seconda delle tue esigenze.

Saluti

Team F

Répondre